Sharm e Marsa Alam un tuffo nell'acquario

Marsa Alam è stato fino a pochi anni fa un piccolo villaggio di pescatori situato in Egitto, sulla costa ovest del Mar Rosso, negli ultimi anni, a seguito dell'apertura dell'aeroporto internazionale è cresciuto rapidamente fino a divenire una popolare destinazione turistica, come lo sono già Sharm el Sheikh e Hurghada, ma rispetto a queste conserva ancora molti tratti di costa intatti.

Marsa Alam

Marsa Alam è situata in prossimità del Tropico del Cancro, dove il Mar Rosso incontra il deserto del Sahara, e si presenta ricca di palmeti e mangrovie, con un mare ricco di pesce per via della presenza della barriera corallina. Quest'ultima è molto rinomata tra i subacquei per via dei molti siti d'immersione ancora incontaminati, in cui si possono incontrare facilmente delfini (del genere stenella rostrata), dugongo e squali martello.

Non è ancora una meta sfruttata come Sharm e la barriera è in uno stato di conservazione migliore, abbiamo avuto anche la fortuna di fare una lunghissima passeggiata a cavallo nel deserto con incontro con dei beduini (un pò turistico); 

Wadi Gimal

La gita più bella che abbiamo fatto è stata quella a Wadi Gimal, un'isoletta di origine corallina disabitata e protetta dal governo (avevamo un piccolo lembo di isola dove sostare), l'atmosfera e maldiviana, assolutamente da non perdere.

Sharm El Sheikh è posta nella parte meridionale della penisola del Sinai e bagnata dal Mar Rosso, dalla fine degli anni novanta Sharm El Sheikh ospita regolarmente importantissime conferenze politiche: oltre che di numerosi incontri della lega araba, è infatti teatro di summit internazionali ai quali partecipano tutte le più importanti nazioni del mondo.

La città si presenta principalmente come un grande centro costituito in gran parte da villaggi e residence, gli abitanti, per la maggioranza, sono persone provenienti da altri paesi dell'Egitto che lavorano nei centri turistici e risiedono a Sharm per lavoro.

Sharm

Sharm el Sheikh è diventata una meta importante per la pratica della subacquea, con sub provenienti da tutto il mondo in quanto offre scenari subacquei di grande bellezza anche grazie alla splendida barriera corallina e una temperatura dell'acqua piacevole per le immersioni, ma proprio per questo forte sfruttamento turistico la barriera corallina è fortemente intaccata nella sua integrità.

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Add comment


Security code
Refresh