News

Disastro nel golfo del Messico un anno dopo

Qual è stato il danno ecologico dei quasi cinque milioni di barili di petrolio versati in mare?

Si stanno ancora calcolando i danni causati dal disastro della piattaforma petrolifica della BP sia in termini economici che di impatto sull'ambiente. Dopo un anno da quando la piattaforma Horizon Deepwater esplose, uccidendo 11 lavoratori, non ci sono effetti misurabili

Sia BigPicure che InFocus ha raccolto le immagini recenti delle zone del disastro confrontate con quelle immediatamente successive alla fuoriuscita della marea nera.

Disastro nel golfo del Messico un anno dopo

Disastro nel golfo del Messico un anno dopo

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Premio Pulitzer 2011

Questa notte negli Stati Uniti sono stati assegnati i premi Pulitzer del 2011. Il premio venne istituito per volontà, e in memoria, del giornalista Ungherese-Americano, e editore statunitense, Joseph Pulitzer. Alla sua morte, 1911, Pulitzer lasciò parte della sua eredità alla Columbia University di New York che la utilizzò per aprire, l’anno dopo, la Scuola di giornalismo dell’università. Il primo premio Pulitzer venne invece assegnato nel 1917.

Per la prima volta nella storia del Pulitzer, infatti, a vincere uno dei premi dedicati al giornalismo, il National Reporting è un reportage on-line (mai pubblicato sulla carta stampata), realizzato da due giornalisti di Propublica, Jesse Eisinger e Jake Bernstein.

Per la sezione "feature photography" ha vinto il premio la giornalista del Los Angeles Times Barbara Davinson per il suo photo reportage in bianco e nero sulle violenze avvenute nei sobborghi di Los Angeles.

Premio pulitzer 2011

Fra i tanti giornali premiati con il Premio Pulitzer c’è anche il Washington Post per le fotografie scattate nelle ore successive al terremoto di Haiti del 12 gennaio dello scorso anno. I fotografi che hanno ricevuto il riconoscimento sono Ricky Carioti, Carol Guzy e Nikki Kahn.

Premio pulitzer 2011

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Underwater experiments - Beautiful monsters from the White Sea

Spesso vengono associate solo i mari caraibici con varie forme di vita multicolore, in questa galleria Alexander Semenov ha collezionato una serie di fotografie scattate nelle profondità del Mar Bianco.

Molti di noi non sono neanche a conoscenza che una tale varietà di creature colorate che vivono nel freddo Mare del Nord che è coperto di ghiaccio per la maggio parte dell'anno.

Guardatevi la gallery ne rimarrete stupefatti.

Underwater experiments - Beautiful monsters from the White Sea

Underwater experiments - Beautiful monsters from the White Sea

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Libia verso la guerra civile

Oggi volevo proporre un confronto molto interessante su come 2 blog fotografici propongano due gallerie che hanno come oggetto la situazione in Libia con un punto di vista diametralmente opposto.

Da una parte InFocus con una galleria che presenta fotografie molto drammatiche che racconatano come la situazione in Libia stia scivolando verso la guerra civile, dall'altra il New York Times che propone una galleria dal tema "Life Goes On in Its Own Way", con foto di vita normale.

Libia verso la guerra civile

Libia verso la guerra civile

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Terremoto in Giappone: un mese dopo

Proprio oggi una nuova scossa di magnitudo 7.4 a colpito nuovamente il Giappone con epicentro nella zona già devastata un mese fa. L'attenzione è naturalmente puntata sulla centrale nucleare di Fukushima, anche se le autorità hanno subito assicurato che "nessuna anomalia" è stata registrata nell'impianto gravemente danneggiato dal sisma dell'11 marzo comunque l'apprensione è molto alta.

InFocus ad un mese di distanza ha pubblicato una photo reportage molto interessante sullo terremoto Giapponese ad un mese di distanza.

Terremoto in Giappone: un mese dopo

Terremoto in Giappone: un mese dopo

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn