La provincia di rieti

Natura incontaminata, colline verdi, macchie scure di boschi e foreste, maestose cime innevate, fiumi limpidi e laghi argentei: questa è la provincia di Rieti, attraente per natura e poco frequentata dal turismo di massa.

La provincia di Rieti e ricca di attattive storico culturali, dai Santuari francescani carichi di atmosfere mistiche, ai castelli medioevali; dai borghi che raccontano di culture antiche e tradizioni mai abbandonate, alle sconfinate distese di oliveti; dai pendii, ora dolci ora scoscesi, ai monti impervi.

Il territorio di Rieti ha conserva un fascino particolare, costituendo un'oasi di selvaggia bellezza che ha saputo mantenersi intatta grazie al basso impatto del turismo.

Terminillo

Il Santuario Eremo di Greccio è uno dei quattro santuari eretti da San Francesco, si trova a pochi km da Rieti, le voci su come San Francesco abbia scelto questo luogo angusto si rincorrono ma la più suggestiva è sicuramente quella del bambino a cui il poverello di Assisi fece lanciare un tizzone il quale, volando come una saetta, terminò la sua corsa sulla parete rocciosa di un monticello li venne costruito l’attuale eremo.

Nel 1223 San Francesco diede vita ad una splendida rievocazione, con personaggi viventi, della nascita del Cristo nella Notte di Natale, da allora Greccio ed il suo santuario sono il paese del primo presepe nel mondo.

La stazione sciistica del Terminillo e gli impianti sportivi, assieme alle manifestazioni culturali e alle prelibatezze gastronomiche di questa terra, assicurano un piacevole soggiorno all'insegna del benessere e del divertimento.

La vicinanza del Terminillo da Roma, per questo definita "La montagna dei romani", appare ai romani all'orizzonte, specie nelle limpide giornate invernali, come una candida sommità innevata.

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Add comment


Security code
Refresh